mercoledì 18 dicembre 2013

Polipetti al sugo in pentola a pressione

Oggi prepareremo un piatto di pesce veramente gustoso ed eccezionale con la pentola a pressione, I polipetti al sugo o in umido, utilizzando dei polpi che devono essere piccoli e teneri, infine del pomodoro e qualche aroma. Il sugo ottenuto dalla cottura si può utilizzare per preparare un gustosissimo primo piatto con vermicelli, strozzapreti, ecc., oppure come secondo piatto servito con crostini, pane carasau, ecc. La ricetta è molto semplice, ma vediamo insieme la preparazione in pentola a pressione e nel tegame:


Ingredienti: 
1.5 Kg polipetti da pulire kg, 400 g pomodori pelati, aglio, prezzemolo, olio d'oliva
Preparazione in pentola a pressione:
Preparate per la cottura i polipetti: privateli di occhi e becco, spellateli e lavateli con cura, poi tagliateli a pezzi. Scaldate nella pentola a pressione 3 cucchiaiate d'olio e aromatizzatele con 2 spicchi d'aglio, sale, pepe .
Unite i polpetti, rosolateli brevemente quindi mescolatevi i pomodori pelati. Chiudete il coperchio e al fischio abbassate la fiamma e calcolate 20 minuti di cottura.
Assaggiate e, se necessario, salate e pepate. Fate svaporare, quindi aprite il coperchio e lasciate bollire ancora per qualche minuto affinché il sugo si addensi.
Preparazione in tegame:
Lavate i polipetti per bene, come sopra, e metteteli in un tegame con i pomodori, l'olio, il sale e il pepe, coprite il tegame con il coperchio e fate cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti senza mai togliere il coperchio ma scuotendolo di tanto in tanto. Passati i 30 minuti aggiungete l'aglio e il prezzemolo tritato e fate cuocere ancora per un quarto d'ora fino a che il sugo sia ben denso e di un bel colore scuro.
1) Cuocete la pasta al dente e una volta scolata, saltatela in padella con il sugo di polipetto.
2) Servite i polipetti col loro sughetto e prezzemolo tritato.
Consigli:
1) I veri polipetti veraci sono quelli con due file di ventose parallele sui tentacoli e hanno la sacca maculata di marrone con sfumature rosate 
2) non devono pesare più di 100 g 
3) Per renderli più teneri i pescatori usano sbatterli sulle rocce a casa potete compiere la stessa operazione sul lavandino. 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...